Referendum: Cesa, Udc votera’. Festa partito a Gallipoli

AGI) – Roma 9 set. – “Al referendum costituzionale l’Udc votera’ no. La nostra classe dirigente qui a Gallipoli, ma quel che piu’ conta la nostra base, e’ schierata tutta in modo compatto per il no”. Cosi’ Lorenzo Cesa, a poche ore dall’apertura della Festa nazionale che si terra’ a Gallipoli. “Il nostro simbolo – prosegue Cesa – ci ricorda che siamo gli eredi della piu’ straordinaria esperienza democratica del Paese, l’esperienza democratico cristiana, e per i nostri elettori la salvaguardia della democrazia non puo’ mai essere merce di scambio”. (AGI) red/Gil (Segue)

“Sul palco di Gallipoli – a fare gli ‘onori di casa’ – si legge in una nota – sara’ l’onorevole Salvatore Ruggeri, segretario regionale Udc Puglia – sara’ presente anche un big di ieri ancora molto amato dagli elettori dello scudocrociato, l’ex segretario nazionale ed ex vicepresidente del Consiglio Marco Follini, che per la prima volta dopo dieci anni esatti torna ad una Festa nazionale dell’Udc. Lo fara’ domani alle ore 18, con un faccia a faccia con l’editorialista di Repubblica, Massimo Giannini, sul tema “Le nuove frontiere della liberta’ e della comunicazione”. Fitto il calendario dei lavori anche di domenica. Dalle ore 9.45 sul palco di Gallipoli si susseguiranno il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e poi l’ex presidente della Consulta Cesare Mirabelli, Raffaele Fitto, Gaetano Quagliriello, Lorenzo Dellai, Ciriaco De Mita, Renato Schifani ed il prof. Luigi Melica in un dibattito su italicum e referendum in cui coordina De Poli. Alle ore 11 l’intervento di chiusura del segretario nazionale Lorenzo Cesa. (AGI)