REGIONALI. BINETTI: GOVERNO FORTE GRAZIE A LARGHE INTESE E AD AP

(DIRE) Roma, 3 giu. – “Dopo le elezioni regionali, una verifica cosi’ delicata di medio termine nella legislatura, ci sono tre cose da non trascurare: al paese serve una unita’ forte nell’azione di governo, al governo serve una unita’ ancora piu’ forte tra Pd, Scelta civica e Area Popolare. Ad Area Popolare serve, per ora, una forte e leale unita’ tra sue diverse anime: Udc e Ncd”. A dirlo e’ Paola Binetti, deputato del Gruppo Area Popolare (Ncd-Udc). “Dalle elezioni – continua Binetti – e’ emerso che c’e’ un 50% degli italiani sempre meno convinto di dover scegliere tra opzioni cosi’ litigiose, come ha appena ricordato il Presidente Mattarella. La vocazione politica di Area Popolare e’ strutturalmente diversa, rifugge dalla violenza degli accenti di Lega e M5S. Oggi c’e’ stata la direzione nazionale dell’Udc, in equilibrio tra analisi dei dati e prospettive future. È in ballo una storia politica, un simbolo, una tradizione e nessuno si rassegna alla sua scomparsa anche perche’ il futuro di Area popolare appare ancora troppo confuso”. Binetti conclude: “E’ certo che nessuno vuole anticipare la fine della legislatura, ne’ a destra ne’ a sinistra, ne’ in maggioranza ne’ all’opposizione: tutti si interrogano, pero’, su come andra’ avanti questa legislatura, nata zoppa e’ ancora zoppicante. Ma la sua forza sono proprio le larghe intese: il superamento dei contrasti interni ai partiti, grazie ad una alleanza leale tra i partiti della maggioranza. Questo vale per un Pd in fibrillazione costante, ma vale anche per Area Popolare che lo sostiene con convinzione. Senza Area Popolare la legislatura sarebbe strutturalmente piu’ debole e piu’ esposta agli umori interni del Pd e a una dialettica che ha sullo sfondo lo spettro della scissione”.