Regionali: De Poli, serve mobilitazione moderati

Referendum è tra chi vuole Veneto in default e chi no (ANSA) – VENEZIA, 29 MAG – “Altro referendum tra Regione e Stato! Le elezioni di domenica prossima sono un referendum sulle salviniate e tra chi vuole mandare in default il Veneto con le follie no-euro e chi, invece, come Udc-Area Popolare porta avanti la politica della concretezza con il rilancio del modello della piccola impresa che rappresenta il cuore del nostro sistema produttivo”. Così il vicesegretario vicario Udc Antonio De Poli, commentando le parole del segretario della Lega Nord Matteo Salvini, intervenuto oggi a Padova. “Negli ultimi cinque anni questa Regione ha perso 95.000 mila posti di lavoro e 26.000 imprese hanno chiuso i battenti. Dobbiamo invertire la tendenza. Per Area Popolare – prosegue – al centro di tutto c’è lavoro, sostegno alle piccole imprese e la necessità di ricostruire le politiche sociali”. De Poli che lancia un appello al voto. “L’astensionismo favorirebbe solo il populismo salviniano – dice ancora – che scambia il Veneto per un feudo di Le Pen. Serve una mobilitazione dell’elettorato moderato”.(ANSA).