RIFORME. BUTTIGLIONE (AP): RAGGIUNTO BUON COMPROMESSO

(DIRE) Roma, 30 set. – “Un numero abnorme di emendamenti e’ un modo per sabotare la riforma rimandando l’approvazione alle calende greche. Il presidente Grasso ha tutti i poteri per chiudere la riforma in tempi relativamente brevi. Poi sta a lui decidere se vuole usarli solo in parte o non usarli affatto. È, pero’, una sua valutazione in cui non rientriamo. Del resto, con il voto segreto e’ garantita, comunque, la massima liberta’ di espressione”. Lo dice Rocco Buttiglione, vicepresidente vicario del gruppo Area popolare (Ncd-Udc) nel corso della trasmissione Sky Tg24 Pomeriggio. Poi, prosegue: “Del resto, sembra che il presidente Grasso voglia fare una scelta saggia: da’ alla minoranza la possibilita’ del voto segreto, in modo che provino a bocciare il provvedimento e da’ alla maggioranza la certezza dei tempi. La minoranza, infatti, non ha il diritto di imbavagliare il Parlamento impedendo di decidere. Al popolo italiano tutte queste discussioni non interessano. Quello che preme e’ che si sia imboccata la ripresa”. “Invito i colleghi della maggioranza, quindi, a essere flessibili nei limiti sulle Riforme, senza stravolgerle. Del resto e’ stato raggiunto un accordo tutto sommato ragionevole sull’elezione dei senatori. Se poi l’opposizione vuole creare difficolta’ a Renzi, almeno non lo faccia a danno dell’Italia. Andare ora a elezioni significherebbe l’ingovernabilita’ per via della legge elettorale”, conclude Buttiglione.