Roma: Riccardi (Udc), Draghi nomini al più presto commissario per la Capitale

«Virginia Raggi è rimasta senza maggioranza, dopo l’abbandono del Presidente dell’Assemblea Capitolina. Già questo è un motivo sufficiente per porre fine alla più funesta sindacatura che Roma ricordi» ha dichiarato Roberto Riccardi, segretario romano dell’UDC. Che ha poi proseguito: «Inoltre tra pochi giorni, a giugno, scadrà il suo mandato di 5 anni e non riteniamo accettabile una proroga sino alle prossime elezioni che, Covid permettendo, dovrebbero tenersi ad ottobre.  «Ricordiamo che la Raggi ha battuto tutti i record per il costo complessivo di staff e consulenti a vario titolo: 6,5 milioni, sia nel 2020 sia nel 2021. Un Commissario nominato dal Governo sino alle elezioni, permetterebbe un risparmio calcolabile in almeno tre milioni di euro, destinabili da subito alle attività di sostegno per i più fragili. Per questi motivi rinnoviamo al Presidente Draghi la richiesta di un Commissario per Roma».