Sanità: Pasini (Udc), Legge di bilancio, impedire nuovi al tagli al Ssn

Ieri e’ iniziata in Senato la discussione sulla Legge di Bilancio, partita alla camera con 70 articoli, giunta al Senato in ultima versione con 120 articoli. Sull’argomento interviene il Seg. Reg.le UDC dell’ EmiliaRomagna Andrea Pasini – “a fare le spese di recuperi Iva, Bonus come se piovesse e aiuti alle imprese sarà la Sanità. Formalmente legge di bilancio 2018 arriva in Parlamento con un incremento nominale di un miliardo per il SSN, ma reale di soli 400 milioni, senza un finanziamento ad hoc per contratti e convenzioni, bloccati da 8 anni e senza le ventilate soluzioni per i precari della ricerca. Da quanto riportato dalla Corte dei Conti – continua Pasini – l’attuazione degli obblighi di finanza pubblica a carico delle Regioni determinerà bel periodo 2015/2018 una riduzione cumulata del finanziamento del SSN, rispetto a quanto previsto nei documenti di programmazione, di circa 10,5 miliardi di euro. Ulteriori Tagli che riducono il pacchetto delle garanzie e delle strutture su cui si poggia il sistema sanitario nazionale.Non una riorganizzazione – conclude Pasini – bensì un graduale smantellamento del welfare varato nel dopoguerra. Per me è un dovere politico civile morale salvaguardare il diritto alla Salute Pubblica, e’ una questione che riguarda tutti noi.
#Cambiamodavvero!

Andrea Pasini
Segretario Regionale Udc Emilia Romagna