SCUOLA: DE POLI (UDC), BENE CIRCOLARE MIUR SU GENDER, BASTA POLEMICHE

Roma, 17 set. (AdnKronos) – “La circolare del ministero dell’Istruzione chiarisce una volta per tutte che non c’è nessun rischio che l’ideologia gender entri nelle aule delle scuole italiane. Qualsiasi polemica è strumentale”. Così il vicesegretario vicario Udc Antonio De Poli commenta la circolare del ministro della Pubblica Istruzione Stefania Giannini sui chiarimenti e riferimenti normativi a supporto dell’articolo 1 comma 16 della Buona scuola. “L’articolo in questione – continua De Poli – aveva destato preoccupazione tra genitori, docenti e dirigenti scolastici. Come abbiamo sempre detto noi di Area Popolare, una cosa è lottare contro le discriminazioni di qualsiasi natura e qualsiasi forma di violenza e aggressione contro la dignità della persona, ben altra è introdurre nelle scuole ideologie gender o insegnamenti che il ministero definisce ‘estranee al mondo educativo'”. Proprio De Poli, nelle scorse settimane, aveva presentato un’interrogazione parlamentare al ministro Giannini chiedendo appunto un chiarimento interpretativo sull’articolo 1 comma 16 oggetto di numerose critiche: “Il ministero definirà attraverso un tavolo di lavoro delle linee di indirizzo che saranno utili a monitorare e a supportare le scuole nelle azioni previste dalla Buona scuola. La scuola non può sostituirsi al ruolo educativo dei genitori: ecco perché il ministero chiarisce in modo inequivocabile il diritto e dovere delle famiglie di conoscere i contenuti dell’offerta formativa”, conclude il parlamentare.