SPIAGGE. DE POLI (UDC): BENE BARETTA, ORA GOVERNO TRATTI CON UE

PORRE FINE A QUESTO STATO DI INCERTEZZA NORMATIVA PER IL SETTORE (DIRE) Roma, 26 feb. – “Accolgo con favore le parole del sottosegretario Baretta che sulla partita dei balneari con l’Europa sostiene la necessita’ di tutelare gli operatori anche trattando con l’Europa. Noi dell’Udc stiamo dalla parte delle imprese e chiediamo al Governo di massimizzare gli sforzi che vadano in questa direzione e di farlo al piu’ presto in modo da farsi trovare pronti in vista della sentenza della Corte di giustizia europea”. Cosi’ il senatore Udc Antonio De Poli commenta le affermazioni del sottosegretario all’Economia, PierPaolo Baretta, sulle concessioni delle spiagge. De Poli e’ anche autore di un’interrogazione parlamentare al ministro dell’Economia e Finanze, Pier Carlo Padoan, in cui ha chiesto al Governo “di porre fine a questo stato di incertezza normativa per il settore balneare”. Le categorie “auspicano una legge di riordino del settore e mi pare che sia questo l’orientamento del Governo. Ora bisogna fare presto per tutelare 30.000 imprese a livello nazione che tengono in piedi un sistema che oggi rappresenta l’eccellenza della fruizione ricettiva e turistica italiana- conclude il senatore Udc- non servono soluzioni tampone o vie di fuga ma una risposta strutturale perche’ le imprese hanno bisogno di agire in un quadro di certezze che, ad oggi, purtroppo non esiste”.