Udc: Follini, populismo non si batte imitandolo come Renzi

(ANSA) – FIRENZE, 11 FEB – “Non si batte il populismo rincorrendolo, cercando di imitarlo come ha provato a fare Renzi”. Lo ha affermato Marco Follini, ex segretario dell’Udc, parlando a margine dei lavori del congresso regionale del partito in Toscana. “Non si batte il populismo – ha aggiunto – mettendo in campo una santa alleanza di tutti i partiti storici: si batte il populismo aiutando gli italiani a riconoscersi nelle diverse bandiere della loro tradizione democratica”. Con questa premessa, Follini ha lanciato un appello al partito toscano, che col congresso di oggi esce da una fase di commissariamento: “Se posso fare una raccomandazione – ha detto – a questo partito che ha vissuto momenti difficili è quello di non mettere tutta l’attenzione sulle alleanze, ma di ragionare semmai sull’identità: i democristiani sono tra i pochi in questo paese che possono raccontare una storia degna, e quindi in quella storia si devono rispecchiare. Certo, pagando il giusto prezzo alla modernità, ma sapendo che le più grandi novità sono figlie di una cultura, di una storia, di una memoria che non si improvvisano”.(ANSA)