Unioni civili: Binetti, buon senso per non far saltare tutto

ANSA) – ROMA, 19 GEN – “Forse il buon senso si va facendo strada nella ostinazione pervicace con cui finora la Cirinnà ha ripetuto come un mantra che il suo ddl non si poteva toccare”. Lo scrive in una nota Paola Binetti, deputato di Area popolare (Ncd-Udc). “Il Pd ha capito che occorre cambiare rotta sulle unioni civili. Il vertice del partito: da Renzi alla Boschi fino a Zanda, il preoccupatissimo capogruppo al Senato, sembra convinto che questo testo – senza modifiche – rischia grosso. E rischia perché è lo stesso Pd a non voler sostenere posizioni in contrasto con la loro coscienza, con la costituzione, e con il senso comune. Area popolare – prosegue Binetti – ha ampiamente espresso le sue riserve, su cui fanno quadrato anche la maggioranza di Democrazia solidale e di Scelta civica. Il combinato disposto del voto segreto, specie sull’articolo 5, relativo all’adozione, le perplessità degli alleati e delle opposizioni, la scarsa affidabilità del M5S, ma, soprattutto, i rilievi di costituzionalità sollevati dal Presidente della Repubblica, inducono il Pd a rivedere le sue posizioni e a rivederle in modo molto più profondo di quanto non possa fare una semplice operazione di maquillage linguistico”. “A distanza di 10 anni dai famosi Dico – conclude – forse si può raggiungere una posizione condivisa che riconosca alle coppie omosessuali diritti di cui attualmente non godono con la certezza che meriterebbero. Far saltare il tutto per una presa di posizione rigidamente ideologica e una responsabilità tutta in carico al Pd e ai fondamentalisti del Cirinnà”.(ANSA).