UNIONI CIVILI: BUTTIGLIONE, MATERIA NON COMPETE A EUROPARLAMENTO

Scalfarotto non esulti, leggi su unioni civili spettano a stati membri Roma, 13 mar. (AdnKronos) – “Ricordiamo a quanti hanno gioito per la mozione del Parlamento europeo in materia di unioni civili e matrimoni gay, tra cui Ivan Scalfarotto, che i trattati dicono in modo esplicito, ripetuto e inequivocabile che il Parlamento europeo, e in genere la Ue, non ha in materia alcuna competenza. Il diritto di famiglia è competenza esclusiva degli Stati membri. Di più, anche il principio del mutuo riconoscimento che regola la grandissima parte dei rapporti con gli Stati non vale per il riconoscimento di atti che riguardano la famiglia”. E’ quanto dichiara il deputato di Area popolare (Ncd-Udc) Rocco Buttiglione. “Certo – prosegue – se il Parlamento europeo si occupasse di più di fare il suo lavoro e meno di parlare di cose che non lo riguardano sarebbe meglio per tutti. Ciò non vuol dire che non siamo disponibili a fare una buona legge sulle unioni civili. Due cose però devono essere chiare – spiega Buttiglione: primo, la facciamo non perché ‘l’Europa ce lo impone’, ma perché pensiamo che sia giusto; secondo, come giustamente ci ricorda la Corte Costituzionale, una legge sulle unioni civili ha la sua base costituzionale negli articoli 2 e 3 che regolano la libertà di associazione e non negli articoli 29, 30 e 31 che definiscono e riconoscono il ruolo centrale della famiglia. La famiglia è un’altra cosa”, conclude il parlamentare di Ap.