Unioni civili: Buttiglione, stupiscono polemiche su Bagnasco

(ANSA) – ROMA, 12 FEB – “Il Senato ha il diritto ed il dovere di esprimersi, con voto segreto o con voto palese, sugli aspetti fondamentali della legge Cirinnà. Davanti ad un ostruzionismo che inonda il Senato di emendamenti pretestuosi é comprensibile che si cerchi qualche espediente per superarli”. A dirlo è Rocco Buttiglione, vicepresidente vicario dei deputati di Area popolare (Ncd-Udc). “Il presidente Grasso, della cui saggezza non dubito, ha però il dovere di impedire che vengano fatti saltare emendamenti non pretestuosi ma di sostanza, come quelli presentati dal gruppo AP(Ncd/Udc) o anche da altri gruppi, come per esempio quelli soppressivi della stepchild adoption o quelli che rimuovono altri aspetti chiaramente incostituzionali e differenziano chiaramente le unioni civili dal matrimonio. Quanto al voto segreto, il regolamento del Senato specifica chiaramente in quali casi il voto segreto deve essere concesso a tutela della libertà e del diritto del legislatore di votare secondo coscienza e senza essere esposto a indebite pressioni e ricatti. Stupiscono le polemiche recenti su di una frase del Card.Bagnasco che non ha fatto altro che richiamare questo elementare principio”. (ANSA).