Unioni civili, Cera: Ddl Cirinnà in contrasto con leggi natura

“Le figure del padre e della madre sono insostituibili” Roma, 17 feb. (askanews) – “Le unioni civili non possono essere parificate alla famiglia. L’esito legislativo finale non può andare oltre le invalicabili soglie naturali. Rispettiamo le unioni civili ma non cederemo mai a pretese e rivendicazioni che intendono stravolgere le fondamenta su cui si poggia la famiglia”. Ad affermarlo è il deputato Udc Angelo Cera che interviene nel dibattito sulle unioni civili. “Le figure del padre e della madre sono insostituibili e garantiscono un ambiente sereno per la corretta crescita dei figli”, continua Cera secondo cui “lo scoglio dell’adozione, nelle unioni civili tra omosessuali, del figlio dell’altro partner va superato ricorrendo allo stralcio di quella parte del provvedimento dove i desideri degli adulti prevaricano sui diritti dei bambini. Mi vengono in mente le parole pronunciate 14 anni fa da Oriana Fallaci: le leggi dello Stato non possono essere mai in contraddizione con le leggi della natura”, conclude.