Unioni civili: Cesa, no a confusioni nominalistiche

AGI) – Roma, 25 gen. – “Il presidente della CEI, Angelo Bagnasco, sulla scia di quanto detto da Papa Francesco nei giorni scorsi ci indica la via giusta per affrontare il tema delle unioni civili: il Ddl Cirinna’, cosi’ come e’ stato concepito, rischia di creare solo confusioni nominalistiche. Matrimonio e unione civile sono due cose differenti. Non solo, diciamo no a genitorialita’ gay perche’ ogni bambino ha diritto ad una mamma e ad un papa’”. Lo afferma il segretario nazionale UDC, Lorenzo Cesa, che aggiunge: “Siamo rispettosi del lavoro che fara’ il Parlamento ma non accetteremo compromessi al ribasso”.