VENETO: DE POLI (UDC), IN TESTA AGENDA AP ARTIGIANI E POLITICHE SOCIALI

Treviso, 18 mag. (AdnKronos) – “Il sostegno alle piccole e medie imprese artigiane che rappresentano il cuore del tessuto economico e produttivo della Marca Trevigiana e la necessità di ricostruire le politiche sociali che, negli ultimi cinque anni, sono state completamente smantellate: sono i due capitoli in testa all’agenda politica di Area Popolare Udc-Ncd per Treviso”. Lo afferma in una nota il vicesegretario vicario Udc Antonio De Poli che, in vista dell’incontro di stasera a Quinto di Treviso (presso il BHR in via Postumia Castellana 2) tra i candidati di Area Popolare Udc-Ncd e il candidato governatore Flavio Tosi, spiega: “Proprio la Marca Trevigiana che, fino a qualche anno, sembrava una terra immune dalla crisi, in questi anni ha dovuto fare i conti con un disagio sociale che ha coinvolto nuove fasce sociali: nel 2014, secondo gli ultimi dati, su 1000 persone che si sono rivolte alla Caritas, 350 erano trevigiani”. “Dobbiamo sostenere con forza le politiche sociali e invertire la rotta rispetto a quanto è stato fatto negli ultimi tempi. Il Veneto era considerato, a livello nazionale, un esempio di integrazione dei servizi sociali e sanitari. La Regione, in questi anni, ha demolito questo modello. La parola d’ordine, dunque, è “ricostruire” le politiche verso la persona, a favore di anziani, disabili e fasce più deboli della popolazione”. “Il secondo punto: le piccole imprese artigiane. Nel 2014, proprio qui a Treviso – afferma De Poli – si è registrato il primato regionale di nuove crisi e procedure fallimentari. La ripresa della locomotiva del Nord Est non può che ripartire da Treviso”, conclude De Poli. (Dac/AdnKronos)